Il pragmatismo della lingua cinese

O la ami alla follia o la odi con tutto te stesso, non ci sono vie di mezzo. Dal primo giorno questa lingua ha fatto breccia nel mio cuore, ho subito amato la sua pronuncia, i caratteri, ma soprattutto il suo lessico. Memorizzare le parole non è un'attiva piacevole quando si studia una lingua, spesso la mancanza di lessico è il tallone d'Achille degli studenti, il gap da colmare per avvicinarsi, seppur mantenendo le dovute distanze, ad un madrelingua. Per riuscire ad esprimere più concetti possibili infatti occorre accumulare un ampio numero di vocaboli, in modo da disporre così di un vasto vocabolario senza il quale sarà impossibile portare a termine il discorso. Studiare il lessico cinese ovviamente richiede un bello sforzo, ma a volte il lavoro è facilitato dalle caratteristiche di questa lingua, un pragmatismo che riduce il carico di lavoro. Mentre nella nostra lingua per esprimere un concetto vengono coniate nuove espressioni, oppure nel caso di parole non italiane si fa ricorso a prestiti, calchi (come ad esempio grattacielo, dall'inglese skyscraper) ed altre tecniche, nella lingua cinese generalmente è più facile. Basterà unire due parole già esistenti per crearne una nuova. In questo articolo ho raccolto le parole più interessanti che evidenziano il pragmatismo del mandarino. Iniziamo da quella più esilarante: 屁眼

pi (quarto tono)屁= peto

yan (terzo tono) 眼= occhio

屁+眼= 屁眼, letteralmente l'occhio del peto, indica dunque l'ano.

“屁” è anche uno dei due caratteri della parola pigu 屁股, che significa sedere.


Vediamo altre parole:

dian (quarto tono) 电 = luce, corrente, elettricità.

nao (terzo tono) 脑=cervello

电+脑= 电脑 quale parola si ottiene combinando queste due parole? COMPUTER, il cervello elettronico!

Non solo il computer, tante parole che indicano dispositivi elettronici presentano il carattere 电, ad esempio:

dianshi (shi quarto tono) 电视. Con shi 视 che in generale significa guardare o vista. 电+视= televisione;

dianti (ti primo tono) 电梯. Ti 梯 significa scale. Le scale elettriche? Stiamo parlando dell'ascensore!;

e ancora dianying (ying terzo tono) 电影. Ying significa ombra, quale parola otteniamo in questo caso? Film!

Stesso discorso vale per tantissime altre parole, basta abbinare lessemi già esistenti creando accostamenti spesso buffi... o persino disgustosi!

Abbiamo già visto come esprimere "occhio" in cinese (眼), aggiungendo ad occhio shi屎 (terzo tono) che indica "cacca", si ha yanshi眼屎, letteralmente la cacca dell'occhio, che dunque indica la parola "cispe".

So che alcuni di voi si staranno chiedendo: “E se aggiungessimo “cacca" a "naso"?" Vi accontento subito, con questa combinazione abbiamo appena dato vita a "caccola", formata dunque dall'unione di naso bi 鼻 (secondo tono) e cacca 屎. Bishi 鼻屎 caccola.

Ultima serie di parole interessanti sono quelle all'interno delle quali si trova il lessema tou (secondo tono)头 testa. Eccone alcune:

烟头

yan (primo tono)烟= fumo, sigaretta. 烟+头= mozzicone di sigaretta;

山头

shan(primo tono)山=montagna. 山+头= cima della montagna;

奶头

nai(terzo tono) 奶=latte. 奶+头= .... questa provate ad indovinarla da soli!

456 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

LA ZIA